menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Silvia Romano e i 'suoi' bambini

Silvia Romano e i 'suoi' bambini

Silvia Romano, la milanese rapita in Kenya, era viva fino a dicembre: poi è stata 'venduta'

Silvia era alla sua seconda missione. Vi si era recata con l'associazione Africa Milele Onlus

Fino al giorno di Natale, Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenya il 20 novembre scorso, era viva. E' quanto emerge al termine del vertice avvenuto venerdì a Roma tra le autorità giudiziarie italiane e kenyote.

La conferma dell'esistenza in vita della giovane milanese fino a quella data viene dalle dichiarazioni fatte da due cittadini kenyoti arrestati il 26 dicembre in quanto ritenuti gli esecutori materiali del sequestro. La ragazza, secondo quanto hanno raccontato, è stata poi ceduta ad una altra banda di sequestratori.

Il timore dei Ros dall'inizio delle indagini è che la ragazza sia stata trasferita in Somalia, dove operano i terroristi di Al Shabaab, un gruppo jiadhista sunnita considerato la cellula somala di Al-Quaeda. Una indiscrezione che era già emersa varie volte e, altrettante volte, era stata smentita dalla polizia kenyota, secondo cui invece la giovane si troverebbe in un'area boschiva attigua al fiume Tana, il più lungo del Paese. 

La polizia a sua volta ha ripetutamente chiesto la collaborazione degli abitanti dell'entroterra del Kenya, comprese le tribù, dopo avere indicato i tre presunti responsabili del rapimento diffondendo i loro nomi e le loro fotografie.

Silvia Romano: chi è

Silvia Romano era alla sua seconda missione in Kenya. Vi si era recata con l'associazione Africa Milele Onlus. I suoi familiari hanno chiesto il massimo riserbo e in effetti non è trapelato alcunché sulla sua situazione. Se non, appunto, che per la polizia kenyota la giovane si trova ancora nella foresta del fiume Tana. Non si è saputo con precisione chi abbia catturato Silvia: non è giunta alcuna rivendicazione né richiesta di riscatto. 

Foto - Silvia con i bimbi di un orfanotrofio

silvia romano-2

Il totem a Palazzo Marino

"Silvia Romano libera". È l'auspicio del Consiglio comunale di Milano che, per decisione dell'Ufficio di Presidenza, ha disposto da tempo l'esposizione all'ingresso di Palazzo Marino di un totem dedicato alla giovane milanese rapita in Kenya.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento