rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Simona Ventura è stata assolta dall'accusa di evasione fiscale

Lo ha deciso il tribunale di Milano, l'accusa aveva chiesto una condanna a 1 anno e 4 mesi

Simona Ventura è stata assolta con formula piena ("perché il fatto non sussiste") dall'accusa di evasione fiscale. Lo ha deciso il giudice della seconda sezione penale di Milano Sandro Saba nella giornata di mercoledì 10 novembre; la pm Silvia Bonardi aveva chiesto una condanna a 1 anno e 4 mesi.

L’avvocato della presentatrice, Jacopo Pensa, dopo la sentenza, ha riferito che Simona Ventura "è sollevata dopo l’assoluzione in un processo che durava da tre anni e la teneva sotto scacco" ed "era in ansia per quello che poteva succedere in caso di condanna". "Ieri - ha aggiunto il difensore - è stato assolto anche Gigi D’Alessio da reati fiscali e si può dire, dunque, che gli artisti ora sono sulla cresta dell’onda in quanto a innocenza".

Ventura era a processo perché tra il 2012 e il 2015, in relazione ad alcuni contratti sui diritti di immagine, secondo l'ipotesi della pubblica accusa, avrebbe fatto confluire parte dei suoi ricavi e addebitato parte dei suoi costi ad una società, Ventidue srl, mentre avrebbe dovuto computare tutto, sia entrate che uscite, nella sua dichiarazione dei redditi. Nel dettaglio, secondo l'accusa, la presentatrice avrebbe omesso di versare 500mila euro di contributi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simona Ventura è stata assolta dall'accusa di evasione fiscale

MilanoToday è in caricamento