Cronaca

Preoccupazione del sindaco Gasparini sulla SS36

La nuova soluzione senza galleria porterebbe, secondo il primo cittadino, ad una maggiore congestione del traffico ed ad un grosso dispendio dei soldi della comunità.

Nel pomeriggio di giovedì 12 gennaio il sindaco Daniela Gasparini ha partecipato alla commissione consigliare sulla SS36, proposta dai consiglieri regionali Stefano Zamponi e Yari Colla. A questa hanno partecipato numerosi elementi dei comitati Robecco e Cornaggia e i consiglieri comunali Angelo Di Lauro e Cristiano Fumagalli.

Il punto focale della discussione è stato la necessità di evidenziare al presidente della commissione regionale territorio e trasporti Giorgio Pozzi l’impatto negativo sul quartiere della realizzazione dell’innesto a raso con la tangenziale Nord (A52). A differenza della prima versione presentata, Anas ha mostrato una variante senza la galleria a causa della presenza del metanodotto Monza-Settala. Il sindaco Gasparini ha evidenziato come questa situazione sia preoccupante: “Oltre il danno di aver subito disagi per anni, la beffa di una riqualificazione che porterà ulteriori disagi”.

Il primo cittadino ha esternato il timore che la nuova soluzione porti a un traffico ancora più intenso e dannoso per i cittadini: “La mancata realizzazione dell’intervento non solo rischia di vanificare gli effetti della riqualificazione della SS36, ma addirittura di aggravare la congestione dei veicoli che potrebbero trovarsi imbottigliati fin dentro la galleria di prossima apertura”.

Alla fine consiglia di non continuare e di lasciare la situazione allo stato attuale per evitare sprechi del denaro della comunità e un peggioramento della situazione veicolare. Il presidente della commissione Pozzi si è infine impegnato ad analizzare meglio il contesto di Cinisello, integrando le audizioni della commissione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preoccupazione del sindaco Gasparini sulla SS36

MilanoToday è in caricamento