rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Il questore chiude il Sio Cafe: licenza revocata

Troppe risse nel locale di via Temolo, zona Bicocca. La decisione della questura è definitiva

Il Sio Cafe è stato chiuso dal questore di Milano: la licenza del locale in via Temolo, zona Bicocca, è stata revocata definitivamente su decisione di via Fatebenefratelli per via dei numerosi interventi da parte delle forze dell'ordine per motivi legati alla gestione dell'ordine pubblico. La discoteca era stata costretta a chiudere varie volte, sempre per tempi limitati, a causa delle numerose risse che avvenivano al suo interno: nel 2017, 2019, 2020 e 2021. Una serie di decisioni prese nell'ambito dell'attività di prevenzione, controllo del territorio e monitoraggio dei locali pubblici per contrastare i fenomeni di criminalità ai sensi dell'articolo 100 del T.U.L.P.S.

Chiusi altri due bar nel Milanese

Nel mese di ottobre un giovane era finito in codice rosso all'ospedale Niguarda dopo un'aggressione. L'episodio è avvenuto all'esterno del Sio Café, dove un il ragazzo, un italiano di 20 anni, è stato soccorso dal personale del 118 con ambulanza e automedica per un grave trauma cranico provocato da un calcio al volto. L'aggressione sarebbe iniziata per futili motivi, secondo la prima ricostruzione della polizia di Stato, intervenuta con la volante Niguarda. Gli agenti della Squadra mobile, diretti da Marco Calì, sono gli incaricati di seguire la vicenda.

La chiusura a settembre

A settembre nell'ambito di un servizio di controllo del territorio predisposto dopo reiterate segnalazioni da parte dei residenti del quartiere per assembramenti e disturbo alla quiete pubblica, i carabinieri della Compagnia Milano Porta Monforte, insieme al Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (Nas) di Milano, avevano ispezionato il locale. Risultato? Chiusura forzata per cinque giorni e titolare multato per un importo complessivo di 1.900 euro.

Chiuso il Sio Café (smp)-2

I gestori, secondo quanto spiegato dal Comando provinciale dei carabinieri, avrebbero violato le disposizioni riguardanti le misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica avendo consentito che i clienti ballassero all'interno del locale, senza garantire il rispetto del previsto distanziamento tra gli avventori, né l'utilizzo delle mascherine protettive, né il controllo dei "green pass" all'ingresso.

Dentro il Sio Cafe, inoltre, sarebbero state riscontrate carenze igienico-sanitarie e l'omessa predisposizione della procedura di autocontrollo nella somministrazione dei narghilè. A cui si aggiunge il mancato rispetto del divieto di fumo nei locali interni del locale. L'attività commerciale era stata sospesa per cinque giorni.

La revoca della licenza al Sio Cafe

La chiusura è stata notificata dal Commissariato Greco Turro giovedì 11 novembre 2021. "Si è resa necessaria in quanto, nonostante il locale fosse stato destinatario di due sospensioni nel 2017 e nel 2019, per 20 e 10 giorni, le problematiche inerenti a risse e aggressioni non si sono placate. Nello specifico - ribadisce una nota della questura - da settembre ad oggi si sono verificati diversi episodi violenti che hanno coinvolto gli stessi addetti alla sicurezza, non autorizzati al servizio di vigilanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il questore chiude il Sio Cafe: licenza revocata

MilanoToday è in caricamento