rotate-mobile
Cronaca Corvetto / Via Giovanni Battista Cassinis

Rogoredo, il boschetto nei pressi della stazione è un "tappeto" di siringhe

La denuncia di un lettore di MilanoToday: "Ecco cosa succede nei boschetti nei pressi stazione". E non è la prima volta che Rogoredo diventa sinonimo di degrado

Prima una vera e propria discarica a cielo aperto, naturalmente abusiva. Poi, una delle piazze di spaccio più grandi della Lombardia: una sorta di supermarket della cocaina. Quindi, un bel tappeto di siringhe. 

Non c'è pace per la stazione di Rogoredo, uno degli snodi ferroviari più importanti della città, da tanto - troppo - tempo abbandonato totalmente a se stesso. 

A denunciare l'ultimo capitolo del degrado nella zona è un lettore di MilanoToday, che - a dire il vero - non sembra neanche troppo sorpreso. "Ecco cosa succede nei boschi nei pressi della stazione di Rogoredo -  commenta amaro - Dicono che l'eroina non sia più un problema, ma a me da questa foto sembra che ci sia ancora". 

"Senza esagerare ci saranno milioni di siringhe. La foto - conclude - parla da sola". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogoredo, il boschetto nei pressi della stazione è un "tappeto" di siringhe

MilanoToday è in caricamento