Cronaca Porta Ticinese / Viale Tibaldi

Vuole continuare a giocare con le slot machine e picchia i poliziotti

È successo nella notte tra mercoledì e giovedì 22 luglio in viale Tibaldi, arrestato un cittadino marocchino di 32 anni

Voleva continuare a giocare con le slot machines per rientrare delle perdite della serata e non si è fermato neanche davanti ai poliziotti, anzi: quando ha visto gli agenti li ha aggrediti con calci e pugni. E per lui sono scattate le manette. È successo nella serata di mercoledì 21 luglio in viale Tibaldi a Milano, nei guai un cittadino marocchino di 32 anni già noto alle forze dell'ordine.

Tutto è iniziato intorno alle 23 quando il gestore del locale ha spento le slot machines, come imposto dal regolamento comunale. Il 32enne ha quindi reagito in malo modo insultando il titolare che, vista la situazione, ha deciso di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Quando si sono presentati i poliziotti si è scagliato contro di loro con calci e pugni, poi ha tentato di scappare ma non è servito a nulla: è stato braccato, caricato sulla pattuglia e accompagnato in questura.

Una volta nella camera di sicurezza il 32enne, secondo quanto riferito dalla questura, avrebbe tirato una testata alla porta della cella provocandosi una ferita. L'uomo, quindi, è stato accompagnato al pronto soccorso del Fatebenefratelli dove è stato medicato e dimesso. Per lui sono scattate le manette con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole continuare a giocare con le slot machine e picchia i poliziotti

MilanoToday è in caricamento