Milano, "cannibali" di auto arrestati dalla polizia: traditi dalle mani sporche di grasso

In manette un ucraino e un italiano, entrambi 22enni. Avevano appena smontato una Panda

In auto avevano i pezzi appena rubati. E sulle mani avevano i segni del loro lavoro. Due uomini - un ucraino con precedenti e un italiano, entrambi di ventidue anni - sono stati arrestati all'alba di martedì dalla Volante del commissariato Villa San Giovanni con l'accusa di furto aggravato. 

Verso le 5, i poliziotti - impegnati nei normali controlli del territorio - hanno notato i due a bordo di un'auto in via Pitteri e hanno deciso di controllarli. Agli agenti è bastato guardare dentro il veicolo per trovare parti di un'altra macchina e attrezzi da lavoro sporchi di grasso, lo stesso grasso che è stato poi trovato anche sulle mani dei due. 

A pochi metri da lì, la soluzione del "caso". Gli uomini del commissariato hanno infatti visto una Fiat Panda, di proprietà di un'azienda, quasi totalmente smontata e abbandonata in strada. I pezzi trovati nell'auto dei due sono risultati perfettamente compatibili con la Panda e a quel punto per i 22enni sono scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

  • Milano, uomo si spoglia su un tram in pieno giorno e tenta di violentare una studentessa

Torna su
MilanoToday è in caricamento