rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Porta Volta / Corso Garibaldi

Guerra alle sale giochi, il comune ne blocca due

In corso Garibaldi e in via Bugatti: non avevano dimostrato la distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili

La battaglia del comune di Milano contro le sale giochi ha mietuto altre due vittime: una in pieno centro (corso Garibaldi 49), l'altra nella periferia sud (via Bugatti 9). Il settore urbanistica ha fatto sospendere i lavori perché non è stato dimostrato il rispetto della distanza di 500 metri dai luoghi cosiddetti sensibili.

"Chiediamo al governo di rendere vincolante il parere dei comuni", commenta Lucia De Cesaris, vicesindaco e assessore all'edilizia privata: "Alla regione, invece, chiediamo di modificare la normativa per renderla più efficace, cambiando la modalità di autorizzazione degli interventi e introducendo l'obbligo del permesso di costruire al posto della comunicazione unilaterale".

In corso Garibaldi la proprietà stava per aprire due aree (una per fumatori e una per non fumatori) con apparecchiature di "video lottery". In via Bugatti, nella comunicazione di inizio attività mancava l'indicazione del tipo di attività commerciale ma i tecnici del settore urbanistica hanno valutato che si trattava di una attività aperta al pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra alle sale giochi, il comune ne blocca due

MilanoToday è in caricamento