rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

De Corato si deve arrendere, sospeso il bus corazzato per i clandestini

Il Comune di Milano ha dovuto rinunciare ai bus corazzati, mezzi Atm utilizzati per il fermo temporaneo di migranti, scoperti su tram e autobus senza permesso di soggiorno. “Da consigliere, da cittadino e da utente Atm dico che è una vergogna” ha dichiarato Basilio Rizzo della Lista Fo

Il vice sindaco De Corato ha fatto della lotta all’immigrazione clandestina uno dei capisaldi di questa amministrazione comunale. Da quando il reato di clandestinità è stato introdotto poi, i controlli si sono inaspriti.

Da qualche tempo infatti, i vigili urbani accompagnano i controllori Atm nei loro viaggi sui mezzi pubblici e mentre questi multano i cittadini sprovvisti di biglietto, la municipale è alla ricerca di passeggeri migranti senza regolare permesso di soggiorno.

Una volta “scoperti”, i migranti irregolari vengono caricati su un autobus, molto simile a quello da cui sono stati invitati a scendere. L’unica differenza? Il mezzo in questione è dotato di griglie a tutte le vetrate, un "bus corazzato", che di solito viene usato per trasportare gli ultrà da e verso lo stadio. Gli irregolari vengono quindi tradotti in centrale e lì si cerca di identificarli.

Già la settimana scorsa, contro il bus della vergogna, Sinistra Critica aveva dato vita ad un presidio davanti a Palazzo Marino e Emanuele Fiano, candidato alla segreteria regionale del Pd, ha chiesto un’interrogazione parlamentare.

Critico nei confronti dell’iniziativa è stato anche Ignazio Marino, uno dei tre rappresentati delle mozioni nazionali del Partito Democratico, che di passaggio a Milano ha affermato: “Questo è un cammino che crea ulteriore insicurezza e divisioni. Occorre creare maggiore integrazione e questa non si ottiene né con le ronde, né con gli autobus con le sbarre”.

Abbiamo raggiunto per chiedere il suo parere anche Basilio Rizzo, consigliere comunale della Lista “Dario Fo per Milano”: “Da consigliere, da cittadino e anche da utente dell’Atm dico che è una vergogna, da un’immagine di Milano che è assolutamente inaccettabile e spero che non corrisponda al sentire di questa città, altrimenti non la riconosco più”.

Alla domanda se questa iniziativa è passata per un’approvazione da parte del consiglio comunale, Rizzo è lapidario: “Mai vista in consiglio comunale. In consiglio si discute di cose che non c’entrano, di piccole cose, di cose importanti non si discute mai”.

La polemica è montata a tal punto che il vice sindaco ha dovuto sospendere l’iniziativa: l’annuncio è stato dato proprio oggi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Corato si deve arrendere, sospeso il bus corazzato per i clandestini

MilanoToday è in caricamento