menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Buttano sostanze pericolose in uno scarico abusivo, 'bucano' la fogna e inquinano terreni: denunciati imprenditori

L'episodio a Novate Milanese. A scoprirlo il gruppo forestale dei carabinieri

Una ditta che lavora metalli ha scaricato abusivamente sostanze pericolose provocando danni alla rete fognaria e inquinando i terrini circostanti. Il nucleo forestale dei carabinieri però l'ha scoperto e ha denunciato i titolari. L'accaduto a Novate Milanese.

Scarico abusivo di sostanze pericolose

Ad intervenire sul posto i militari di Garbagnate Milanese, che insieme al pool ambiente della Procura di Milano, hanno perquisito e sequestrato la ditta artigianale operante nel settore della galvanizzazione.

Scavando nelle adiacenze della fognatura, è stato trovato uno scarico abusivo dei reflui prodotti dall’attività di lavorazione dei metalli, che li convogliava nella fognatura pubblica. A causa dello scarico abusivo delle sostanze prodotte dalla ditta, la rete fognaria era danneggiata e i forestali hanno riscontrato una dispersione di liquidi nel terreno circostante. È stato inoltre rilevato un altro sistema di scarico amovibile capace di deviare i reflui verso la rete fognaria pubblica.

Durante gli accertamenti gli investigatori si sono avvalsi dell’utilizzo di moderni strumenti di video ispezione capaci di restituire in tempo reale le immagini dell’interno dei condotti. Gli impianti abusivi sono stati sequestrati, così come la documentazione  probatoria.

L'ispezione e la denuncia

In Procura a Milano era stato aperto un fascicolo sulla vicenda a seguito di un sopralluogo nell’impresa, effettuato nel 2019 dal personale dell’ente gestore del servizio idrico, supportato da Arpa lombardia, nel corso del quale si è proceduto a campionare i rifiuti liquidi immessi che, come emerso dalle analisi, presentavano elevate concentrazioni di metalli pericolosi.

I titolari dell'azienda sono stati denunciati per scarico abusivo di sostanze pericolose, danneggiamento e omessa comunicazione di un’eventuale contaminazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento