Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Porta Ticinese / Via Emilio Gola

Cliente fugge senza pagare la cocaina: pusher aggredisce il suo "amico" con un coltello

La rapina in via Gola. Il pusher ha aggredito l'amico dell'uomo fuggito con la dose

L'amico, si fa per dire, è scappato via con la dose appena comprata. E lui, suo malgrado, è rimasto in balia del pusher, che lo ha minacciato e derubato prima di "liberarlo". Notte da incubo quella tra domenica e lunedì per un ucraino di venticinque anni, che è stato rapinato da uno spacciatore 53enne, un cittadino italiano, poi arrestato dalla polizia. 

La disavventura del 25enne è iniziata verso le 2.30, quando lui e un conoscente - di cui lui stesso ha poi detto di non sapere il nome - sono andati in via Gola per acquistare una dose di cocaina. Una volta presa la droga, "l'amico" della vittima è fuggito, lasciando al compagno il "conto" da saldare. 

A quel punto, evidentemente contrariato, il pusher ha minacciato l'ucraino con un coltello e si è fatto consegnare il cellulare. Poco dopo, stando a quanto riferito dalla Questura, il giovane è riuscito a uscire in strada e a dare l'allarme al 112. Gli uomini delle Volanti, subito intervenuti, hanno arrestato lo spacciatore con l'accusa di rapina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cliente fugge senza pagare la cocaina: pusher aggredisce il suo "amico" con un coltello

MilanoToday è in caricamento