menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, in albergo con crack e cocaina: spacciatore arrestato, tradito da un malore

In manette un 33enne. La polizia era arrivata insieme al 118 per prestargli soccorso

Fatale fu il malore. Un uomo di 33 anni, cittadino italiano, è stato arrestato domenica sera a Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo essere stato trovato in possesso di hashish, cocaina e crack nascosti all'interno della sua camera d'hotel. 

Per lui i guai sono iniziati verso le 22, quando un uomo ha chiesto l'intervento del 112 per una persona che aveva accusato un malore e che si trovava in "stato confusionale". Sul posto, in un residence di via Lepontina, si sono così precipitati i soccorritori del 118 e gli agenti delle Volanti, che sono intervenuti in supporto dei sanitari. 

Quando il 33enne si è ripreso, i poliziotti lo hanno riaccompagnato nella sua camera e non hanno potuto non notare un bilancino di precisione e alcune dosi di cocaina sul tavolo. A quel punto, gli agenti hanno perquisito tutta la stanza e hanno trovato altri 25 grammi di "bianca", 0.5 di hashish e 2.4 di crack, tutto già suddiviso in dosi. In più, gli agenti hanno messo le mani anche su 175 euro in contanti e su della sostanza da taglio per preparare le dosi. Per il 33enne sono così scattate le manette. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento