rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Porta Ticinese / Viale Gorizia, 6

Inseguimento al cardiopalma tra San Giuliano e Pieve Emanuele. Arrestato uno spacciatore marocchino

Durante la fuga una volante dei carabinieri rimane coinvolta in un incidente ma i militari riescono a fermare l'automobile ritrovando 30 kg di hashish

carabinieri_5Pregiudicato marocchino si mette in fuga a seguito di una semplice richiesta di controllo stradale sulla S.P. 164. Trovati 30 Kg di hashish e 4 carabinieri feriti con 10 giorni di prognosi.
Questo il risultato di un rocambolesco inseguimento avvenuto nella serata di sabato.

Il marocchino a bordo di una Passat Sw, dopo l'alt da parte del Nucleo Radiomobile, apparentemente senza motivo, inizia a scappare a forte velocità.

Dalla pattuglia che aveva cercato di fermare l'autovettura, parte una richiesta di intervento dei carabinieri dei comandi limitrofi affinchè posizionino posti di blocco tra Siziano e Pieve Emanuele.

I due occupanti dell'auto continuano la loro rocambolesca fuga imboccando contromano la trafficatissima SS della Valtidone e attuando manovre estremamente pericolose che coinvolgono una delle due volanti dei carabinieri in un incidente, costringendola a fermarsi.

Sempre tallonata dalla seconda auto dei militari e lasciata la Valtidone, la Wolkswagen, trovando bloccata la viabilità locale, sfonda una sbarra e si trova costretta ad imboccare uno stretto viottolo di campagna a fondo cieco.

Sentendosi ormai braccati, i due fuggitivi si buttano fuori dall'auto. Il passeggero riesce a scappare tra le campagne mentre l'autista, dopo essere caduto in un canale, viene a fatica bloccato da 4 militari.

Dopo una violenta collutazione, a bordo dell'auto una sorpresa: nascosti in due borsoni, 30 kg di hashish per un valore di circa 120.000 euro.

Una volta portato l'uomo in caserma, un'altra conferma ai motivi della fuga disperata.
L'arrestato è un marocchino pluripregiudicato e ricercato da oltre un anno con una condanna a 4 anni e 9 mesi per traffico di droga.

Il marocchino è stato trasferito al carcere di San Vittore con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.


Conseguenze spiacevoli anche per i carabinieri coinvolti nell'inseguimento: 4 feriti con 10 giorni di prognosi per le ferite riportate a causa dell'incidente e durante la collutazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento al cardiopalma tra San Giuliano e Pieve Emanuele. Arrestato uno spacciatore marocchino

MilanoToday è in caricamento