rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Così cocaina ed eroina invadono l'Italia, il capo dei narcos preso a Milano

Sgominata banda radicata in Abruzzo. Il capo, un 34enne, catturato sotto la Madonnina

Dal nord Europa all'Abruzzo. Da lì al resto d'Italia. I carabinieri del comando provinciale di Chieti nelle scorse ore hanno arrestato 12 persone - altre 32 sono indagate - tutte ritenute parte di una banda specializzata nello spaccio di cocaina ed eroina. 

I militari, coordinati dalla direzione distrettuale antimafia dell'Aquila, hanno cominciato a indagare sul gruppo un paio di anni fa, quando sulle sponde del fiume "Alento" a Francavilla al Mare - di qui il nome dell'operazione - era stato sequestrato circa un chilo e mezzo di eroina. I carabinieri hanno messo insieme tutte le tessere del puzzle con intercettazioni e pedinamenti e hanno scoperto che la droga - proprio eroina e cocaina - arrivava in Abruzzo a bordo di auto e tir da Belgio e Olanda per poi essere venduta. 

A tenere le fila dell'organizzazione, stando a quanto ricostruito da investigatori e inquirenti, era il 34enne albanese Armand Veliu, che è stato catturato a Milano e che si occupava dell'importazione e dello smercio della sostanza stupefacente. Anche lui, come gli altri finiti in manette, deve rispondere dell'accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio con l'aggravante della natura transnazionale del reato.

Durante le indagini, i militari hanno arrestato 19 persone in flagranza e hanno messo le mani su sessanta chili tra cocaina ed eroina, pronte a invadere l'Abruzzo e le altre regioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così cocaina ed eroina invadono l'Italia, il capo dei narcos preso a Milano

MilanoToday è in caricamento