L'idraulico, il meccanico Atm e i fratelli terribili: i re della "coca", tra vedette e soldi nel muro

Presi i padroni dello spaccio a Cesano Boscone. A capo del gruppo due fratelli

Controllavano tutto. A casa loro non c'era nulla che non sapessero. Tutto era organizzato nei minimi dettagli: dalle vedette a caccia di "facce sospette" ai luoghi caldi delle vendite passando ai punti prestabiliti per lo stoccaggio e gli incontri di "lavoro". Poi, come "sigillo", bastavano i loro nomi e cognomi che, mettono nero su bianco gli investigatori, avevano un incredibile "potere di intimidazione" nei confronti di chiunque volesse mettere il naso nei loro affari. Eppure, qualcosa gli è sfuggito, perché i poliziotti della Squadra Mobile di Milano, guidati dal dirigente Marco Calì, passo dopo passo sono riusciti a mettere insieme il puzzle e a farli finire in manette

Otto persone, tutti cittadini italiani, sono state fermate mercoledì mattina dagli agenti dell'Antidroga in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare per il reato di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti: quattro sono finite in carcere, due ai domiciliari e per due è stato disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. In manette, al termine di un'indagine coordinata dalla direzione distrettuale antimafia, sono finiti i padroni della droga del quartiere Tessera a Cesano Boscone, diventato territorio a uso esclusivo dei fratelli Daniele e Stefano Ciannella, che inquirenti e investigatori indicano come i capi del gruppo. 

L'idraulico e il meccanico nella via della droga

La prima tessera del mosaico i poliziotti l'hanno raccolta a luglio scorso, quando nella "via della droga" erano riusciti ad arrestare lo spacciatore e il "magazziniere" della banda, entrambi fermati in via Vespucci proprio a Cesano Boscone. 

Il primo a finire in cella era stato Angelo B., idraulico dell'azienda Mm che era stato trovato in possesso di quasi 900 grammi di cocaina, 1 chilo di marijuana, 34 grammi di hashish e 9.650 euro in contanti. Casa sua, hanno poi accertato gli agenti, era l'abitazione che i capi avevano scelto come "luogo di spacchettamento": il posto in cui trasformare la droga in dosi. Poche ore dopo le manette erano scattate per un'altro uomo della banda: Carmine U., un meccanico di Atm che come secondo lavoro faceva il custode della droga. Nel suo garage i poliziotti avevano trovato quasi 4 chili e mezzo di cocaina oltre a una pistola Xdm calibro 9x21 e diverse munizioni. 

I fratelli "terribili"

Dall'idraulico e il meccanico gli agenti hanno pian piano risalito la corrente e sono arrivati ai fratelli Ciannella, che avevano messo il loro marchio sul quartiere Tessera. A descrivere perfettamente la loro forza è la stessa Questura: "L’organizzazione criminale - scrive chi ha indagato - ha dimostrato di avere il monitoraggio totale della piazza di spaccio, attraverso un pattugliamento continuo del quadrilatero, mirato a individuare l’arrivo di forze di polizia e la presenza di spacciatori non affiliati". 

E ancora, a conferma della forza dei due fratelli "terribili": "Da alcuni dialoghi tra gli indagati - sottolineano gli investigatori - è emerso in modo palese il potere di intimidazione che i fratelli Ciannella avevano nei confronti di chi aveva intenzione di spacciare nella zona". Una zona che era esclusivamente la loro e nella quale riuscivano a muovere 7 chili di cocaina al mese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento degli arresti, i poliziotti hanno sequestrato a Daniele anche 100mila euro, che sono stati trovati in un piccolo vano artificiale creato dietro un muro. Oltre a un immobile e due auto, gli agenti hanno poi messo le mani su una macchina contasoldi e, soprattutto, su alcuni appunti che potrebbero svelare i segreti del gruppo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento