Spaccio di droga col "drive in", arrestato pusher e ritirata patente all'acquirente

La donna aveva fatto entrare nell'abitacolo della sua auto lo spacciatore

Se il "drive in" dei tamponi Covid è benvenuto, ed è una novità di questo difficile peridodo, un altro "drive in" si perpetua costantemente nella città di Milano. E' infatti il sistema utilizzato da alcuni pusher nella speranza di dare meno nell'occhio. Ma mercoledì sera è andata male allo spacciatore, perché si è imbattuto negli agenti della squadra mobile, in transito in piazza Napoli proprio mentre lui si muoveva con un fare sospetto, come se stesse (appunto) aspettando qualcuno.

I poliziotti hanno deciso di tenerlo d'occhio. Lui continuava a guardarsi intorno e a guardare il cellulare. Dopo pochi minutiè arrivata un'auto, guidata da una donna. Il pusher è entrato a bordo, i due hanno effettuato uno scambio e poi lui è uscito. Gli agenti sono intervenuti e li hanno entrambi fermati. La donna è stata trovata in possesso di due dosi di cocaina. Si tratta di una 49enne, di professione agente di commercio. Le è stata ritirata la patente sul posto, ed è stata segnalata alla prefettura come consumatrice di droga.

Quanto a lui, un gambiano di 38 anni, è stato arrestato e il giorno dopo processato per direttissima. Ha numerosi precedenti sempre per spaccio di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento