Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Cornaredo

Cornaredo, il bar trasformato in "distributore" di cocaina: dosi vendute e sniffate in cucina

In manette il titolare e il dipendente del bar, fermati dai carabinieri di Cornaredo. I fatti

Quando i militari sono entrati nel locale, hanno trovato una dose già pronta per essere consumata accanto a un piatto. Il resto della droga, invece, lo hanno scoperto nella cucina del bar. Ed, evidentemente, non era un caso. 

I carabinieri della stazione di Cornaredo hanno arrestato mercoledì un uomo di quarantanove anni, di origini marocchine, e un ragazzo di venticinque anni, di origini egiziane, entrambi accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I due, stando a quanto accertato dai militari, erano rispettivamente il titolare e il dipendente di un bar che era stato trasformato in una vera e propria piazza di spaccio.

Durante un blitz, scattato dopo aver notato alcuni clienti sospetti fuori dal locale, gli investigatori hanno scoperto 45 gammi di hashish e 30 di cocaina nascosti in un calzino lasciato in cucina. Nella stessa stanza i militari hanno anche trovato sul tavolo una dose già pronta per essere sniffata e 1200 euro in contanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cornaredo, il bar trasformato in "distributore" di cocaina: dosi vendute e sniffate in cucina

MilanoToday è in caricamento