Cronaca Gorla / Via Nuoro

Ha la casa piena di droga e si giustifica: "Stavamo facendo un festino"

L'uomo è stato arrestato dalla polizia

Ha scavalcato la recinzione per entrare nel cortile del condominio, ma il suo gesto è stato notato da vari passanti che hanno chiamato il numero di emergenza 112. Ed è finita col suo (presunto) fidanzato arrestato per detenzione di un notevole quantitativo di droga nel suo appartamento.

E' successo a Milano alle due e mezza di domenica pomeriggio in via Nuoro, zona Gorla. I passanti hanno notato l'uomo mentre, con un appartente atteggiamento furtivo, si introduceva nel cortile del condominio. Quando la polizia è arrivata, quello stesso uomo (un italiano) stava uscendo dal palazzo insieme a un residente di 37 anni di nazionalità romena. I due, agli agenti, si sono dichiarati fidanzati. "Avevamo litigato, non mi rispondeva e allora ho scavalcato per entrare nel palazzo", avrebbe tentato di spiegare il primo. 

Gli agenti, però, hanno voluto vederci più chiaro e sono saliti a perquisire l'appartamento del trentasettenne. E vi hanno trovato tre uomini, tutti italiani, in una stanza. "Stavamo facendo un festino", ha affermato per giustificarsi il proprietario di casa. La polizia ha trovato (e sequestrato) 129 grammi di shaboo (una quantità molto elevata visto che una dose è di circa 0,1 grammi), 12 di cocaina oltre a bilancini di precisione e una dozzina di metanfetamine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha la casa piena di droga e si giustifica: "Stavamo facendo un festino"

MilanoToday è in caricamento