menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno 'beccato' al lavoro, due dopo la fuga: 3 pusher in manette, sequestrati soldi e droga

Tre spacciatori fermati dalla polizia tra Bonola e San Siro. Sequestrati denaro e droga

Uno, un italiano di 51 anni, lo hanno preso mentre "lavorava", in flagranza. Gli altri due, due cittadini egiziani di 21 e 25 anni, li hanno inseguiti e bloccati, per poi ammanettarli. Tre uomini sono stati arrestati nelle scorse dagli agenti del commissariato Bonola con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo essere stati trovati in giro per Milano a vendere droga. 

A spedirli in carcere sono stati i poliziotti della squadra investigativa, che da mesi stanno lavorando a un'indagine e sono alla continua ricerca di elementi che possano confermare le scoperte svolto finora. 

Il primo a finire in manette è stato il 51enne, che è stato trovato in via Uruguay, dove aveva messo in piedi una sorta di postazione personale per lo spaccio. I poliziotti hanno assistito alla cessione di una dose di cocaina a un cliente e a quel punto lo hanno fermato. A casa del pusher sono stati trovati nove grammi di "coca" e quasi mille euro in contanti in banconote di piccolo taglio, che gli investigatori considerano proprio il frutto del suo "lavoro". 

Poco più tardi la stessa sorte è toccata anche al 21enne e al 25enne, fermati in zona San Siro. Alla vista degli agenti, i due - entrambi pregiudicati - si sono dati alla fuga e hanno cercato di far perdere le proprie tracce, pur senza riuscirci. Durante il controllo, sono stati trovati in possesso di nove panetti di hashish per un peso totale di 900 grammi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento