menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, fuori dalla stazione Centrale si spaccia "l'eroina dei poveri": arrestato un uomo

In manette un italiano sorpreso a vendere il Rivotril a due giovani nordafricani. L'accaduto

Aveva appena concluso l'affare con i suoi due clienti. Ma, purtroppo per lui, a tenerlo d'occhio c'erano i poliziotti, che alla fine lo hanno ammanettato. Un uomo, un italiano che dagli investigatori viene descritto come un "assiduo frequentatore" della zona, è stato arrestato venerdì pomeriggio fuori dalla stazione Centrale dopo aver venduto trenta compresse di Rivotril a due giovani nordafricani. 

Si tratta di un farmaco ansiolitico di derivazione benzodiazepinica che associato all'alcol può avere effetti simili all'eroina, tanto che da qualche anno è noto come "l'eroina dei poveri". 

A bloccare il pusher, verso le 17.40, sono stati gli agenti della Polfer, che costantemente passano al setaccio la zona di piazza Duca d'Aosta. Proprio durante uno dei controlli, i poliziotti hanno visto l'uomo - a loro già noto - parlare con due ragazzini stranieri che, alla vista degli agenti, hanno cercato di scappare. Raggiunti e fermati, i due sono stati trovati in possesso di tre blister da dieci compresse ciascuno di Rivotril.  

I ragazzi, entrambi irregolari in Italia, hanno confermato di aver comprato le pasticche dall'uomo con cui erano stati visti parlare. A quel punto, gli agenti hanno raggiunto la loro vecchia conoscenza, lo hanno bloccato e arrestato. Addosso aveva ancora i soldi appena guadagnati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento