'Guerra' a Bareggio: spara dieci colpi di pistola in pieno giorno, arrestato noto pregiudicato

L'uomo è già noto per omicidio e al momento dell'arresto aveva una pistola pronta a sparare

Repertorio

Dieci colpi di pistola calibro 9 sparati contro una cancellata in pieno giorno. Come nemmeno il più fantasioso dei registi western sarebbe riuscito a immaginare, oggigiorno, a pochi chilometri da Milano. Un avvertimento verso qualcuno, magari per uno sgarro nella distribuzione e nel 'rispetto' delle piazze dello spaccio di Bareggio (Mi). Una sparatoria che rischiava di finire senza un autore ma risolta grazie alla chiamata anonima di alcuni cittadini spaventati - hanno chiuso senza lasciare dati personali - che hanno permesso ai carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso di risalire in poche ore all'esecutore.

A sparare, attorno alle 13 di mercoledì contro un cancello di via Monte Grappa, è un pregiudicato col curriculum 'pesante'. In passato ha una condanna perfino per omicidio, oltre che per furti e vari reati. L'uomo, Erminio Lamorte di 52 anni, è stato raggiunto dai militari guidati dal maggiore Antonio Leotta all'interno di un camping a Castelletto Sopra Ticino (Novara).

Alle 22, lo hanno fermato mentre si trovava al bar della struttura. Addosso aveva una pistola calibro 22, col colpo in canna. Nella piccola abitazione pressa a noleggio nel camping, già nota agli investigatori, i militari hanno poi trovato la Glock calibro 9, con la quale presumibilmente aveva esploso i colpi nel primo pomeriggio. Una delle ogive è stata rinvenute sul posto della sparatoria. Aveva colpito il cancello.

Lamorte, che ha sparato da una Golf grigia intestata ad un nipote, è stato trovato con diverse dosi di coca, hashish, e marijuana. Le due pistole erano provento di furto: la calibro 22 era stata rubata a Lecco nel 1988, la calibro 9 era stata trafugata da un'abitazione in zona Lorenteggio a Milano, nel 2016. Oltre alle armi, nel suo nascondiglio c'erano diverse munizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, originario della Basilicata ma a Milano da sempre, è accusato di porto abusivo di arma da sparo, ricettazione, accensione e esplosioni pericolose, oltre che la detenzione ai fini di spaccio. Adesso si dovrà cercare di accertare a chi quei colpi fossero indirizzati. Un lavoro necessario per prevenire lo scoppio di una 'guerra' tra pregiudicati nelle strade di Bareggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento