menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto i carabinieri

Sul posto i carabinieri

Spara ai genitali del marito e poi cerca di uccidersi a Bernate Ticino

E' accaduto all'una di pomeriggio di giovedì 17 dicembre. Il marito e' stato centrato da un colpo agli organi genitali ed e' stato trasportato all'ospedale di Magenta. E' grave ma non in pericolo di vita

Tragedia a Bernate Ticino, in via del Porto, una zona residenziale, all'una di pomeriggio di giovedì 17 dicembre.

Una donna di 67 anni ha sparato al marito di 69 anni, Roberto Marsi, ai genitali. Poi ha rivolto l'arma contro di sé, esplodendo un altro colpo. Il tutto all'interno dell'appartamento della coppia. I carabinieri sono arrivati sul posto per accertare la dinamica mentre i medici si sono messi all'opera. L'uomo è stato trasportato all'ospedale di Magenta e non è in pericolo di vita. Lui stesso ha fornito la prima ricostruzione.

Niente da fare invece per la donna, le cui condizioni sono apparse immediatamente disperate. Nonostante il tentativo di rianimazione da parte dei sanitari è deceduta. Si chiamava Maria Luisa Mazzanti ed era affetta da sindrome bipolare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento