menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto dei carabinieri

L'arresto dei carabinieri

Sparano contro i carabinieri in un posto di blocco: arresti a Cesano

Avevano sequestrato un uomo per un debito di droga non pagato

Alle prime ore di venerdì mattina i carabinieri e della compagnia di Desio (MB), del nucleo investigativo di Monza e della compagnia di Cantù hanno localizzato e sottoposto a “fermo di indiziato di delitto” due giovani albanesi, accusati di aver preso parte al conflitto a fuoco con i carabinieri, avvenuto a Cesano Maderno la sera del 10 aprile scorso.

Secondo la ricostruzione dei militari, la coppia, insieme ad altri due connazionali (già sottoposti a fermo nei giorni scorsi), aveva esploso diversi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo dei carabinieri, forzando un posto di controllo. A bordo del veicolo in fuga avevano sequestrato un cittadino tunisino, per ottenere il pagamento di un debito maturato verosimilmente nell’ambito di un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al culmine di serrate indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano i carabinieri hanno localizzato i due pregiudicati albanesi in un appartamento del centro di Mariano Comense (CO) e, dopo aver fatto irruzione, li hanno sottoposti a “fermo di indiziati di delitto”  per “sequestro di persona a scopo di estorsione, tentato omicidio nei confronti dei carabinieri, porto illecito di armi e munizioni”.

I due, tra l’altro noti come elementi emergenti nell’ambito criminale comense, stavano preparandosi a lasciare il paese e a fuggire oltralpe. Insieme a loro è stata tratta in arresto una donna pakistana, intestataria dell’appartamento, che li stava ospitando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento