Cronaca Rho / Via Molino Nuovo

Cerca di investire i carabinieri con l'auto: gli sparano per fermarlo

È successo nella notte tra martedì e mercoledì in via Molino Nuovo a Rho, sul caso sono in corso indagini

Sparatoria in via Molino Nuovo a Rho nella notte tra martedì e mercoledì 28 luglio. I carabinieri hanno aperto il fuoco e ferito un 46enne marocchino, già noto alle forze dell'ordine, che avrebbe cercato di investire due militari al termine di un inseguimento.

Tutto è iniziato in Via Cornaredo a Rho dove una gazzella della stazione di Rho ha cercato di fermare per un controllo una Bmw. Il conducente, tuttavia, non si è fermato ed è nato un inseguimento terminato in via Molino Nuovo dove l'auto si è trovata la strada sbarrata da dei New Jersey che delimitano un passaggio pedonale sull'Olona.

In questo frangente, secondo la ricostruzione dei carabinieri, il malvivente avrebbe ingranato la retromarcia e speronato la gazzella; non solo: avrebbe anche cercato di investire i militari (due uomini di 26 e 28 anni) ferendone uno. Proprio in questi attimi è avvenuta la sparatoria: il secondo detective ha impugnato l'arma d'ordinanza ed esploso cinque colpi di pistola. Due proiettili sono finiti sul portellone, altri tre hanno colpito il lato passeggero dell'auto che ha terminato la sua corsa contro un camion in sosta.

Più nel dettaglio il 46enne è stato raggiunto da tre proiettili che lo hanno ferito al polso e all'omero; soccorso dai sanitari del 118 è stato trasportato prima all'ospedale di Paderno, poi una volta che i medici si sono resi conto che aveva ferite da arma da fuoco, è stato accompagnato al Niguarda dove è stato operato d'urgenza e dove si trova in stato di fermo con l'accusa di tentato omicidio. Anche i due militari sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso: sono stati visitati e dimessi con 10 e 15 giorni di prognosi per ferite lacero contuse e altri lividi.

A bordo dell'auto sono stati trovati 0,8 grammi di cocaina e i militari stanno attendendo gli esiti degli esami tossicologici per capire se il 46enne avesse assunto sostanze stupefacenti. Secondo quanto trapelato l'uomo qualche ora prima era riuscito a scappare da un controllo in provincia di Como.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di investire i carabinieri con l'auto: gli sparano per fermarlo

MilanoToday è in caricamento