rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Siro / Piazza Monte Falterona

Sparatoria tra la folla a Milano per un regolamento di conti, 51enne in manette

Preso l'uomo che aveva aperto il fuoco in piazza Monte Falterona

Fuga finita. È stato rintracciato e fermato dalla polizia l'uomo accusato dell'agguato andato in scena la sera dell'8 gennaio in piazza Monte Falterona, nel quartiere di San Siro. Quel sabato, poco prima delle 20.30, un ragazzo di 26 anni, un cittadino egiziano, era stato ferito da un colpo di pistola alla gamba mentre altri proiettili erano andati a vuoto. 

A premere il grilletto, stando alle ricostruzioni degli investigatori della squadra mobile, coordinati da Marco Calì, sarebbe stato un 51enne italiano, noto pregiudicato del quartiere, adesso finito in manette con l'accusa di tentato omicidio. L'aggressore, sottoposto a fermo di indiziato di delitto, è stato rintracciato venerdì in un appartamento del quartiere Isola di proprietà di un suo amico, un 59enne italiano ora accusato di favoreggiamento personale. 

L'agguato, secondo le indagini, sarebbe stato un vero e proprio regolamento di conti tra bande che si contendono lo spaccio nella zona di San Siro. Il 51enne, ripreso anche dalle telecamere di video sorveglianza, era arrivato in piazza Monte Falterona a bordo di una macchina - con due complici -, era sceso dal veicolo e aveva puntato il suo obiettivo, sparando più colpi tra la folla. Il 26enne era stato colpito alla zona femorale ed era stato ricoverato d'urgenza, ma alla fine se l'era cavata. Concentrati i sospetti sul fermato, i poliziotti hanno stretto il cerchio attorno a lui e venerdì sono andati a fermarlo. 

Video | Il blitz dell'uomo tra la folla

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria tra la folla a Milano per un regolamento di conti, 51enne in manette

MilanoToday è in caricamento