Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Porta Vittoria / Via Carlo Freguglia

Sparatoria in Tribunale: Giardiello voleva uccidere anche un altro ex socio

Ma è stato fermato in tempo dai carabinieri a Vimercate

Claudio Giardiello, intercettato a Vimercate dopo la strage a Palazzo di Giustizia, voleva recarsi a Carvico (Bergamo) per raggiungere Massimo D'Anzuoni, l'ultimo obiettivo dello spietato killer. D'Anzuoni è un ex socio in affari di Giardiello: questi riteneva che l'altro fosse in qualche modo "legato alla sua rovina" (il video servizio: tre morti).

D'Anzuoni all'epoca era presidente del consiglio d'amministrazione della Miani Immobiliare, in cui l'Immobiliare Magenta di Giardiello aveva una partecipazione insieme ad un'altra società. Secondo la ricostruzione di Repubblica, loro due e gli altri soci avevano un accordo per spartirsi una parte di ricavi, che si presume fosse sottratta alla contabilità "ufficiale": poi Giardiello decise di volere di più, ma gli altri soci non erano d'accordo. A quel punto ne scaturì una battaglia legale che portò presto al fallimento delle varie società coinvolte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria in Tribunale: Giardiello voleva uccidere anche un altro ex socio

MilanoToday è in caricamento