Cronaca

Sportello badanti e baby sitter, è "boom": 900 contatti in 2 settimane

84 iscrizioni all'albo, ci saranno anche corsi di formazione. Le assistenti sono peruviane e ucraine, ma una su cinque è italiana

E' un successo il nuovo sportello delle "badanti" e delle baby sitter attivato dal comune di Milano in collaborazione con il Pio Albergo Trivulzio e la cooperativa sociale "Eureka!". In due settimane si sono iscritte 84 persone all'albo delle assistenti familiari: occorre effettuare un colloquio e possedere alcuni requisiti, tra cui la frequenza di corsi di formazione professionale.

In tutto si sono rivolte 900 persone allo sportello, sia recandosi personalmente al Trivulzio sia telefonando o mandando una email.

La domanda principale è rivolta alla ricerca di assistenti familiari per persone anziane con problemi, ad esempio di Alzheimer. Ma anche per aiuti domestici. Il 95% di chi si è iscritto all'albo è donna. Svettano le peruviane (22%), seguite dalle italiane (21%), ucraine (17%), ecuadoriane (8%) e moldave (8%).

Lo sportello è al padiglione 13 del Pio Albergo Trivulzio (ingressi in via Trivulzio e via Bezzi), lunedì (8.30 - 13) e martedì-venerdì (8.30 - 17.30). E' possibile telefonare ai numeri 02.40297643 e 02.40297644 o mandare un'email a sportello.badanti@pioalbergotrivulzio.it. Aperto anche un punto informazioni presso la residenza Principessa Jolanda di via G.A. Sassi 4.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sportello badanti e baby sitter, è "boom": 900 contatti in 2 settimane

MilanoToday è in caricamento