Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Barona / Piazzale Luigi Negrelli

L'appuntamento finisce nel sangue: ragazzini presi a sprangate in faccia, grave un 14enne

È successo in piazzale Negrelli a Milano nella serata di mercoledì 5 maggio

Da giorni sarebbe stato preso di mira e insultato. Non è ancora chiaro perché, ma sarebbe finito nel mirino di quel gruppo di ragazzi al quale, ormai stanco, avrebbe chiesto un incontro per una sorta di chiarimento. Ma proprio quel chiarimento è sfociato nel sangue. 

Folle aggressione mercoledì sera a Milano, dove tre ragazzi - due 14enni e un 15enne, tutti italiani e residenti a Rozzano - sono stati massacrati di botte da un 24enne, cittadino marocchino irregolare, poi fermato con le accuse di tentato omicidio e lesioni gravissime. 

Le strade dei tre e dell’uomo si sono incrociate verso le 19 in piazzale Negrelli. Lì il 14enne, proprio il ragazzino preso di mira, sì è presentato con i due amici, mentre l’aggressore è arrivato insieme a un secondo uomo, che per ora è fuggito. In un attimo dalle parole sì è passati ai fatti e il 24enne, impugnando un bastone di ferro di circa un metro, sì è scagliato contro i giovani. 

Proprio il 14enne ha avuto la peggio: portato al San Paolo, è stato immediatamente operato per una frattura al cranio e due ematomi interni. Le sue condizioni sono delicatissime, ma da giovedì mattina non dovrebbe essere più in pericolo di vita. Il suo amico 15enne ha invece ricevuto una prognosi di 40 giorni perché, colpito al volto, ha perso tre denti. Ferito, ma in maniera più lieve, anche il terzo giovane. 

Sono stati loro, raggiunti dalla polizia al pronto soccorso, a fornire un preciso identikit dell’aggressore, che è stato rintracciato in piazza Miani dai poliziotti dell'ufficio prevenzione generale. Alla vista della Volante, l’uomo ha cercato di fuggire ma è stato bloccato e poi sottoposto a fermo. Trovato in possesso di un etto di hashish, è accusato anche di spaccio. 

Il lavoro degli agenti prosegue ora per ricostruire i motivi per cui il 14enne fosse finito nel mirino del gruppetto di "rivali", di cui faceva parte l’uomo che l’ha quasi ucciso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appuntamento finisce nel sangue: ragazzini presi a sprangate in faccia, grave un 14enne

MilanoToday è in caricamento