menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza molestata, isolata da tutti e minacciata di morte: arrestato compagno

L'accaduto a Cornaredo (Milano). In manette, dopo l'intervento dei carabinieri, un 22enne albanese con precedenti

Minacciata, molestata ripetutamente, isolata da tutti gli affetti, costretta a cancellarsi dai social e a indossare solo abiti coprenti. Questo l'incubo vissuto da una 20enne italiana per colpa del suo compagno. Un periodo buio che si è prolungato anche dopo la fine del rapporto, tra persecuzioni e stalking, e che per fortuna è finito con l'arresto del persecutore, avvenuto nei giorni scorsi a Cornaredo, hinterland est di Milano.

A finire in manette con l'accusa di atti persecutori e danneggiamento aggravato un 21enne albanese, nullafacente e pregiudicato. Il giovane durante il periodo di convivenza con la ragazza, durato meno di un anno, oltre a costringerla a interrompere qualsiasi rapporto con gli amici e a cancellare i propri profili social, le aveva imposto un vero e proprio 'dress code', permettendole di usare solo abiti coprenti.

Nei giorni scorsi il 21enne è stato rintracciato a Cornaredo e fermato per i gravi atti commessi nei confronti dell'ormai ex fidanzata, nei mesi di novembre e dicembre 2020, a Settimo Milanese. In base a quanto emerso, a causa della gelosia ossessiva che provava nei confronti della ragazza, l’aveva minacciata e molestata più volte, costringendola di fatto a cambiare le proprie abitudini di vita.

Anche una volta finita la convivenza, il giovane le aveva inviato diversi messaggi, arrivando a minacciarla di morte nel caso avesse iniziato una nuova relazione sentimentale. Inoltre, aveva danneggiato l’auto della nonna materna della vittima, imbrattato con scritte ingiuriose ed offensive la porta di un appartamento di proprietà dei nonni paterni della ragazza e danneggiato il portone del condominio dove lei abita insieme alla madre e alla nonna.

Infine, all’apice dell’escalation di atti persecutori, a fine dicembre, lo stalker con l’aiuto di un complice non ancora identificato ha lanciato una bomba carta sul balcone dell’abitazione della ragazza, provocando danni alla struttura e soprattutto creando panico tra i condomini. Circostanza, quest’ultima, che ha ulteriormente confermato la sua pericolosità via via crescente. Dopo l'arresto l'uomo è stato portato in carcere a San Vittore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento