Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Stalker indefesso: evade dai domiciliari per perseguitare la ex

Il giovane ha alle spalle una "lunga carriera" di stalker

Stalker indefesso

Lunga carriera di stalker quella di C.G., un vigevanese del 1986 arrestato nella notte tra martedì e mercoledì dai carabinieri di Mortara. Il giovane era agli arresti domiciliari, dove scontava condanne per due differenti episodi: atti persecutori nei confronti di una sua ex, una barista oggi 24enne, commessi nel 2010, e stalking e tentato omicidio nei confronti di un'altra ex (e del padre di questa), commessi nel 2012.

Operaio edile, aveva il permesso di lasciare l'abitazione soltanto per recarsi al lavoro in cantiere. Nella notte, invece, si è presentato presso l'abitazione in cui la barista si nascondeva, ospitata da un'amica, a Parona Lomellina, ma la ragazza se n'è accorta e ha chiamato i carabinieri, che lo hanno bloccato nel giardino di casa. La 24enne si era rifugiata dall'amica perché lunedì 23 marzo l'uomo - dopo averla tempestata di chiamate e messaggi - si era recato presso la scuola materna di Parona, frequentata dal loro figlio di cinque anni, sempre per perseguitare la sua ex.

I carabinieri lo hanno arrestato: risponde di evasione. Allo stesso tempo, il giovane ha rimediato una denuncia per atti persecutori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalker indefesso: evade dai domiciliari per perseguitare la ex

MilanoToday è in caricamento