Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Porta Ticinese / Viale Tibaldi

Uccise la suocera: minaccia l'ex fidanzata con una pistola alla fermata del bus

L'uomo era appena stato lasciato dalla sua fidanzata e aveva iniziato a perseguitarla da qualche giorno

L'uomo

Un uomo di 42 anni, Francesco Palmisano, è stato arrestato dalla polizia per atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata, una giovane 31enne (incinta di quasi due mesi) che lo aveva lasciato da pochi giorni. L'uomo si è recato presso una fermata della 90 di viale Tibaldi nel pomeriggio di lunedì 5 dicembre, insieme al proprio figlio di 14 anni nato dal precedente matrimonio, e ha aspettato che la ragazza arrivasse dopo essere uscita dal lavoro. Quando lei è arrivata sul posto, lui l'ha minacciata con una pistola (colpendo anche, con l'arma, un vetro del filobus). 

La giovane ha chiamato il 112. Il 3 dicembre aveva già denunciato il suo ex perché, immediatamente dopo la fine della relazione, lui aveva iniziato a perseguitarla seguendola o appostandosi nei luoghi abitualmente frequentati, tra casa e lavoro. La polizia lo ha arrestato a casa, in zona Baggio. Della pistola nessuna traccia ma il figlio 14enne ha confermato che il papà l'aveva in mano quando, poche ore prima, ha minacciato la 31enne.

Il 42enne nel 2006 aveva ucciso la suocera, Claudia Benedetti, nell'appartamento di lei in via Lomazzo, picchiandola fino a farla morire. Era stato arrestato e condannato a tredici anni per omicidio volontario. Poi, nel 2013, era uscito dal carcere in affidamento ed era andato a vivere con la moglie e i due figli. Ma fin da subito aveva ripreso il suo comportamento e atteggiamento violento e il matrimonio era terminato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la suocera: minaccia l'ex fidanzata con una pistola alla fermata del bus

MilanoToday è in caricamento