Violenza in famiglia e stalking: 4 arresti in 48 ore a Milano

E' allarme: dalle botte alla figlia perché rincasa tardi a quelle ai genitori per i soldi per la droga. E poi botte alla moglie e stalking all'ex fidanzata

Arresti per stalking e violenza in famiglia

Quattro arresti per maltrattamenti in famiglia nel giro di meno di ventiquattr'ore. E' quello che è successo a Milano tra l'11 e il 12 settembre. Se si può fare una "classifica", l'episodio più brutale è quello accaduto nel quartiere di Bruzzano, in via del Danubio 6, dove è stato arrestato Francesco Bruno, origini calabresi, 63 anni, per avere picchiato la figlia 16enne a causa di un piccolo ritardo nel rientro a casa. E' emersa una lunga storia criminale che va dalla mafia al traffico di droga all'omicidio volontario di un familiare, nonché una indole particolarmente violenta sia con i congiunti sia con i vicini di casa.

Altri tre episodi hanno connotato le ultime ore. Il primo verso le tre del pomeriggio di domenica 11 settembre: agli arresti è finito Mirko Tasciotti, 24enne con precedenti per rapina e stupefacenti, bloccato in piazza Vesuvio. Aveva pedinato la sua ex fidanzata fino al luogo di lavoro di lei (è un'operatrice socio-sanitaria). La giovane aveva già denunciato in passato diversi atti persecutori e minacce da parte del 24enne, dopo la fine della loro relazione.

Il secondo episodio in via Costantino Baroni 4, verso le tre e mezza del pomeriggio di domenica. Questa volta la polizia è intervenuta in casa di due coniugi: lui aveva appena minacciato di morte sua moglie. Per Luciano Leazza, 41enne pluripregiudicato, la polizia ha emesso un provvedimento di allontanamento urgente dalla casa familiare.

Infine, nella notte del 12 settembre, un giovane di 27 anni, A.F., è stato arrestato in via Eustachi per maltrattamento in famiglia nei confronti dei genitori. Alle forze di polizia il padre (un 52enne) si è presentato con il volto tumefatto e le labbra spaccate per le botte ricevute. Secondo quanto viene riferito, il 27enne da tempo malmenava i genitori se questi si rifiutavano di dargli i soldi per comprare droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento