rotate-mobile
Cronaca Cagnola / Viale Certosa

Lo stalker della porta accanto: preso l'uomo che perseguitava la vicina

In manette un 49enne. Nel suo mirino una 34enne e la sua famiglia

Per un anno e mezzo ha sopportato in silenzio. Ha fatto finta di niente, sperando di non aggravare la situazione. Ma alla fine si è decisa a chiedere aiuto alla polizia e lui è finito in manette. Un uomo di 49 anni, un italiano con precedenti, è stato arrestato venerdì sera a Milano con l'accusa di atti persecutori nei confronti di una 34enne dell'Ecuador, sua vicina di casa. 

L'allarme è scattato verso le 21, quando la vittima - che come lo stalker vive in un palazzo in zona Certosa - ha telefonato al 112 segnalando che il 49enne stava danneggiando la sua cassetta della posta. Al loro arrivo sul posto, in effetti, gli agenti hanno sorpreso l'arrestato ancora in azione e lo hanno immediatamente bloccato. 

A quel punto la donna ha raccontato che le molestie andavano avanti da almeno un anno e mezzo, tra insulti, dispetti e minacce rivolti a tutta la sua famiglia - ha un marito e un figlio -, ma soprattutto a lei. Ogni volta che la incrociava, ha messo a verbale la vittima, erano parole pesanti e senza una vera e propria ragione, se non futili motivi di vicinato. Proprio come quando, senza un perché, lo stalker aveva danneggiato la porta dell'appartamento della 34enne. 

Il pm di turno Nicola Rossato ha disposto l'arresto in carcere per atti persecutori e ha inviato gli atti al gip Ileana Ramundo per la convalida.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stalker della porta accanto: preso l'uomo che perseguitava la vicina

MilanoToday è in caricamento