Cronaca

L'assassino di Stefano resta in carcere, spunta un video

Il gip greco ha confermato l'arresto cautelare per lo svizzero reo confesso dell'assassinio di Stefano Raimondi. La polizia ha un video. L'assassino sarà assistito da un "Principe del Foro"

L'assassino di Stefano, Alexander Georgiadis, resta in carcere. Questa la decisione (di ieri pomeriggio) del gip greco, dopo che (in seguito all'autopsia sul corpo di Stefano Raimondi) era stata aggravata la sua imputazione, da lesioni gravi a omicidio premeditato.

La novità di questa mattina è l'esistenza di un filmato della rissa, acquisito dai magistrati, proveniente dal circuito interno della discoteca. Il processo dovrebbe durare circa un anno e mezzo ma non incomincerà subito. La pena prevista in Grecia per omicidio premeditato è l'ergastolo.

Intanto si è saputo che lo svizzero, ma di origini greche, che è stato raggiunto in Grecia dal padre (medico di Basilea), sarà assistito da uno dei più importanti avvocati del Paese ellenico, Nikos Konstantopoulos, già ministro dell'interno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assassino di Stefano resta in carcere, spunta un video

MilanoToday è in caricamento