rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Sono finiti i soldi dell'Ue: stop a corsi di arabo nelle scuole

L'iniziativa è partita 5 anni fa ed ha interessato una quindicina di scuole elementari e medie pubbliche di Milano. I corsi erano finanziati con i fondi dell'Ue che sono finiti. Restano quelli offerti dal Marocco

Quest'anno i corsi di lingua araba nelle scuole pubbliche milanesi non ci saranno. Sono finiti i soldi per finanziarli. I corsi sono partiti in circa 15 scuole elementari e medie cinque anni fa per dare alle famiglie dei bambini arabi di Milano la possibilità di apprendere le regole della loro lingua madre,  mandare un segnale distensivo dopo la chiusura della scuola islamica di via Quaranta e favorire l'integrazione degli stranieri aiutandoli allo stesso tempo a conservare le loro radici.

I laboratori extracurricolari, realizzati nel pomeriggio da docenti lingua madre formati appositamente dalla fondazione Ismu (Istituto Studi sulla Multietnicità) in collaborazione con l'Università Cattolica, dapprima erano finanziati con il contributo di privati e poi grazie ai fondi dell'Unione Europea.

"Quest'anno i corsi non sono partiti perché il finanziamento dell'Unione europea si è concluso e non ci sono altri fondi", spiega Amalia Ficca, insegnante della scuola elementare De Nicola. Lo stesso è successo all'istituto comprensivo Lorenzini Feltre, in zona Corvetto, dove il dirigente scolastico fa sapere che "l'iniziativa non si è potuta replicare per mancanza di fondi".

Paolo Branca, islamista, docente dell'Università Cattolica e "padre" dell'iniziativa, che coinvolgeva circa 300 bambini ogni anno, non nasconde il proprio disappunto. "Chiedere un contributo alle famiglie di questi tempi è difficile, le stesse scuole non hanno fondi, quindi per continuare stiamo cercando nuovi sponsor" spiega il docente.

Restano attivi, invece, i corsi di lingua araba e cultura marocchina, che erano partiti nel 2006, in Lombardia e in altre regioni italiane, come frutto di un accordo di collaborazione tra il nostro paese e il Marocco, che provvede ad inviare propri docenti ad insegnare al pomeriggio in alcune scuole elementari e medie la lingua e la cultura del paese agli allievi che ne facciano richiesta.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono finiti i soldi dell'Ue: stop a corsi di arabo nelle scuole

MilanoToday è in caricamento