rotate-mobile
Cronaca

Donna picchia un ragazzino per strappargli la maglia di Frattesi

Scena incredibile alla fine di Italia-Ucraina a San Siro martedì sera. Una donna si accanisce contro un ragazzo di 12 anni per strappare la maglia di Frattesi, autore della doppietta che ha regalato la vittoria agli azzurri

Italia-Ucraina, 12 settembre, stadio di San Siro. La partita (valida per le qualificazioni di Euro 2024 in Germania) si è appena conclusa con la vittoria (indispensabile per rimanere in gioco) degli azzurri di mister Spalletti. 2-1 il risultato finale, con doppietta del neo interista Davide Frattesi.

Alla fine del match, mentre gli ucraini in maglia gialla applaudono la loro 'curva' (saranno circa 10mila i tifosi del Tridente allo stadio, di cui oltre 2mia al terzo anello blu), i calciatori italiani vanno sotto il settore verde a fare lo stesso. Frattesi, l'uomo-match, si avvicina più degli altri, si toglie la maglia e la lancia verso gli spalti. E qui accade l'incredibile.

La maglia arriva in un punto in cui erano sopraggiunti alcuni allievi della scuola calcio dell'Aldini, tutti under 12. Ma in quello stesso punto 'stazionava' una donna. Secondo quanto riferito, uno dei ragazzini afferra la maglia ma, a quel punto, la donna fa letteralmente guerra al giovanissimo, con calci e strattoni, per strappargliela. Conquistata la maglia, se ne va tranquillamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna picchia un ragazzino per strappargli la maglia di Frattesi

MilanoToday è in caricamento