Orrore a Milano, ragazzina di 17 anni stuprata davanti alla zia: arrestato un 29enne

La violenza risale al 9 giugno ma il responsabile è stato arrestato nella serata di venerdì 10 gennaio

Ha visto la nipote di 17 anni stuprata davanti ai suoi occhi e, insieme alla madre della ragazzina e a una loro conoscente, ha rincorso l'uomo per Milano. Hanno attraversato mezza città, fino al mezzanino della stazione di Cadorna dove è intervenuta anche la polizia. Era accaduto il 9 giugno del 2019 ma l'uomo, un 29enne Boliviano già noto alle forze di polizia, è stato arrestato nella serata di venerdì 10 gennaio al termine delle indagini svolte dagli agenti del commissariato di Scalo Romana. 

Ragazzina violentata a Milano: i fatti

Tutto era accaduto nella notte tra sabato e domenica 9 giugno a Milano quando — come riferito dagli investigatori — la 17enne era uscita insieme alla madre, la zia e un'altra loro conoscente per una serata. E proprio durante la notte le quattro donne avevano conosciuto due uomini boliviani con cui avevano bevuto fino all'alba.

Attorno alle 8 del mattino si erano fermate a comprare alcuni generi alimentari in un minimarket di via Palmieri e lì la 17enne si era addormentata all'interno del furgone del proprietario del negozio (estraneo alla vicenda). Poco dopo — come riferito dai detective — il 29enne si è avvicinato e, mentre era incosciente, ha abusato di lei.

È stata una zia della ragazzina che, non vedendo più uno dei ragazzi, è andata vicino al furgone per capire come stesse la giovane e lì ha trovato il boliviano che stava stuprandola ragazzina completamente priva di sensi.

Il 29enne ha tentato di allontanarsi ma è stato inseguito dalle tre donne che, intorno alle 10 del mattino, lo hanno bloccato nel mezzanino della stazione di Cadorna. E le indagini dei poliziotti sono iniziate proprio in quel frangente quando alcuni passanti avevano chiesto il loro intervento per sedare una lite tra le tre donne e il boliviano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente la 17enne era stata accompagnata alla clinica Mangiagalli di Milano dove i medici hanno accertato che la ragazzina era stata violentata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento