Cronaca via Pasteur

Stupro in via Pasteur, fermati quattro ecuadoriani

Sono stati fermati quattro sudamericani con l'accusa di essere i colpevoli dello stupro avvenuto nell' appartamento in via Pasteur. Dalle ricostruzioni, la vittima li avrebbe invitati a casa sua per una cena tra amici

Sono stati individuati i probabili colpevoli dello stupro consumatosi ieri notte in un appartamento in via Pasteur. Sono quattro le persone fermate. Secondo quanto trapela si tratta di quattro ecuadoriani, fra i 20 e i 30 anni, fermati dai carabinieri del nucleo radiomobile.

I quattro sono accusati di aver violentato una ragazza romena di 22 anni che è riuscita a fuggire dopo l'aggressione e a dare l'allarme chiamando i soccorritori del 118. Al momento, i militari mantengono il massimo riserbo sull'identità dei quattro stranieri fermati. Le generalità dei quattro non sono ancora state rese note perchè i provvedimenti di fermo sono in attesa di convalida da parte dell'autorità giudiziaria.

I carabinieri hanno precisato che la violenza sessuale è stata confermata dai medici e hanno ricostruito il contesto in cui è avvenuta. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori la ragazza, che contrariamente a quanto riferito inizialmente non è spostata con un cittadino italiano ma ha comunque una vita regolare e di professione fa la cameriera, ha incontrato i quattro uomini, tutti sudamericani, in Duomo, nel pomeriggio di ieri e dopo aver passato un pò di tempo con loro, e aver consumato alcolici per le vie del centro, li ha invitati a casa per una cena tra amici. Una volta a casa della donna uno dei quattro, con cui aveva una relazione, si è appartato con lei e a un certo punto ha fatto intervenire gli altri tre amici contro la volontà della giovane, che ha cercato di resistere ma è stata sopraffatta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro in via Pasteur, fermati quattro ecuadoriani

MilanoToday è in caricamento