menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Cerca di togliersi la vita buttandosi nel vuoto da un palazzo di Cusano, salvato in extremis

È successo nel pomeriggio di venerdì, l'uomo è stato tratto in salvo dai carabinieri della tenenza di Paderno

Una delusione d'amore stava per uccidere un uomo a Cusano Milanino. È successo nel pomeriggio di venerdì 24 luglio quando un uomo di 33 anni stava per buttarsi nel vuoto dall'impalcatura di un palazzo in via Monte Grappa, ma fortunatamente il giovane è stato salvato dai carabinieri.

Tutto è accaduto intorno alle 14.20 quando il 33enne è uscito dalla finestra per salire sull'impalcatura del suo palazzo (in fase di ristrutturazione). È arrivato fino al limite del quarto piano e ha minacciato di buttarsi, ma alcuni condomini sono riusciti a chiamare il 112 prima che si consumasse la tragedia. Sul posto è intervenuta una pattuglia della tenenza di Paderno Duganano con la vice brigadiere Serena Margarita e il carabiniere Vincenzo Cinquegrana. I militari sono riusciti a raggiungere l'uomo e dopo un lungo colloquio da cardiopalma, con il rischio di precipitare nel vuoto, sono riusciti a dissuaderlo.

Il 33enne è stato soccorso dal personale del 118 ed è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale di Cinisello Balsamo. 

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 199 284 284 oppure online, dalle 10 alle 24. Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero verde gratuito 800 86 00 22 da telefono fisso o al numero 06 77208977

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento