menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Viale Regina Margherita

Viale Regina Margherita

Si getta con la figlia di 2 anni dalla tromba delle scale: procura chiede atti

Gli atti della vicenda della madre 43enne (deceduta) saranno trasmessi alla procura dal Tribunale dei minorenni

La bambina, che ha due anni, è ancora ricoverata in ospedale, al Niguarda, in gravi condizioni. La madre, che di anni ne aveva 43, come si sa è deceduta: si è gettata dalla tromba delle scale (ottavo piano) in un palazzo in zona Rotonda della Besana, in viale Regina Margherita, in cui non viveva né lavorava. Aveva la piccola in braccio, che si è salvata per miracolo

Ora la procura di Milano ha chiesto al Tribunale dei minorenni il trasferimento degli atti che riguardano la vicenda. Che, già di per sé dolorosa, non "nasce" da pochi giorni ma affonda le sue radici in un passato estremamente problematico e delicato. Delicatissimo. Si è saputo che alla donna erano stati già tolti due figli, avuti da una precedente relazione, e che la terza bambina, fin dalla nascita, era stata affidata ai servizi sociali e collocata in una comunità insieme alla madre.

Di fatto, la donna riusciva a ritagliarsi fette molto grandi di libertà spazio-temporale. Una situazione che aveva preoccupato fortemente il padre, che aveva chiesto aiuto insistente per risolvere una situazione ai suoi occhi pericolosa. Sembra infatti che la madre avesse già mostrato, di recente, l'intento di compiere un gesto estremo. Gli avvocati del padre sono ora intenzionati a condurre una battaglia per togliere la piccola ai servizi sociali del Comune di Milano e affidarla all'uomo. 

In questo senso il Tribunale dei minorenni avrebbe già un faldone con la documentazione fornita dai legali del padre. Nel faldone è facile immaginare che vi siano anche le relazioni della comunità e dei servizi sociali ed è possibile che si tratti di versioni differenti. Ora tutto andrà in mano alla procura milanese.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 199 284 284 oppure online (qui), dalle 10 alle 24. Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero verde gratuito 800 86 00 22 da telefono fisso o al numero 06 77208977

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento