Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

17enne suicida sotto il treno: lo zio accusato di violenza sessuale

La tragedia a Vigevano a maggio 2013

Dramma a Vigevano

Il 15 maggio 2013 una studentessa di 17 anni si sdraiò sui binari della ferrovia, a Vigevano, e si lasciò travolgere da un treno, morendo due giorni dopo in ospedale. Un episodio terribile che ora ha un epilogo: lo zio della giovane, un 59enne, potrebbe essere rinviato a giudizio per violenza sessuale. Lo chiede il sostituto procuratore Roberto Valli. Il 17 febbraio è stata fissata l'udienza.

La ragazza - pochi giorni prima di morire - aveva presentato una denuncia di abusi alla polizia. Lo zio si occupava di lei da quando era morto il padre. Gli agenti decisero di proteggerla facendola alloggiare in comunità e nel frattempo era stato fissato l'incidente probatorio.

Stando alle denunce che la giovane aveva presentato, gli abusi si perpetravano da ben sette anni. Da quando cioè aveva perso il padre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

17enne suicida sotto il treno: lo zio accusato di violenza sessuale

MilanoToday è in caricamento