rotate-mobile
Cronaca

Le catene di supermercati che evadevano il fisco

Indagate sette società e 34 persone

Una frode fiscale da 1,8 milioni di euro perpetrata da catene della grande distribuzione. A scoprirla un'indagine della guardia di finanza di Milano, coordinata dai pm Nicola Rossato e Stefano Civardi, che al momento ha permesso di recuperare 123 milioni di euro di tasse evase.

In totale sono sette le società e 34 le persone indagate, come si legge nella nota di chiusura delle indagini firmata dal procuratore Marcello Viola. Le accuse vanno dalla frode fiscale all'associazione a delinquere. Due delle società coinvolte hanno già versato 123 milioni di tasse non pagate. A essere sequestrati, intanto, sono stati beni del valore complessivo di 1,3 milioni.

Lo scorso settembre, nell'ambito della stessa inchiesta, già otto persone erano finite agli arresti domiciliari. La frode, secondo quanto ricostruito da inquirenti e investigatori, avveniva attraverso fatture false emesse da una serie di 'società carosello', sia in Italia sia all'estero. In totale sarebbero 260 i milioni di euro sottratti al fisco.

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le catene di supermercati che evadevano il fisco

MilanoToday è in caricamento