Cronaca Porta Ticinese / Via Giovanni Segantini

Calci e pugni agli agenti: fermato con taser e spray al peperoncino, poliziotto in ospedale

In manette un uomo di 32 anni. La follia giovedì pomeriggio nel parco Segantini

Ha sfogato tutta la sua rabbia contro gli agenti. Ne ha mandato uno in ospedale e ha cercato di fare lo stesso con gli altri. Ma poi alla fine, anche con le "maniere forti", è stato fermato. Un uomo di 32 anni, cittadino del Gambia, è stato arrestato giovedì pomeriggio a Milano con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Teatro del suo folle pomeriggio è stato il parco Segantini, in zona Navigli. Il 32enne, stando a quanto reso noto dalla Questura, era seduto su una panchina quando gli agenti si sono avvicinati per un normale controllo dei documenti. Alla vista dei ragazzi in divisa, però, l'uomo ha cominciato subito a mostrare tutto il suo nervosismo per poi tentare di scappare. Raggiunto dal capo pattuglia, il fuggitivo ha colpito l'agente con calci e pugni al volto e alle gambe. 

A quel punto i poliziotti hanno azionato il taser per fermarlo, ma nonostante la scarica l'uomo ha continuato a opporsi fino a quando è stato definitivamente bloccato con lo spray al peperoncino in dotazione alle Volanti. La sua giornata è finita in cella, mentre il poliziotto ferito è stato portato in ospedale dove i medici gli hanno diagnosticato una prognosi di 5 giorni per un trama al ginocchio destro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni agli agenti: fermato con taser e spray al peperoncino, poliziotto in ospedale

MilanoToday è in caricamento