menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La segreteria della Bicocca

La segreteria della Bicocca

Università, aumentano i controlli sulle tasse per gli studenti

Il Politecnico analizza "a monte" tutte le autocertificazioni, la Bicocca punta ad aumentare i controlli a campione

Le università di Milano corrono ai ripari contro i cosiddetti "furbetti dell'Iseu". Spieghiamo: le tasse universitarie annuali si pagano per fasce, in base al reddito. Per poter accedere a fasce diverse dalla più cara, gli studenti devono presentare ogni anno l'Isee (che però in questo caso si chiama Iseu perché è calcolato in modo leggermente diverso), ovvero la situazione del reddito del nucleo familiare. E qui sorgono i problemi: alcuni studenti dichiarano il falso nell'autocertificazione, ad esempio di vivere con i nonni invece che con i genitori, oppure di non possedere immobili quando invece si posseggono.

I controlli sono sempre più frequenti. Le università stanno cercando di recuperare il denaro "evaso" incrociando le autocertificazioni con le banche dati degli enti pubblici. Al Politecnico in un anno hanno recuperato un milione e 300 mila euro su 61 milioni totali, controllando "a monte" le autocertificazioni quando arrivano. In Bicocca, invece, esaminano un campione che attualmente (riporta "Repubblica") è del 5%, ma sperano di riuscire ad arrivare al 50% degli Iseu.

Talvolta il problema è duplice, perché non solo lo studente paga meno tasse universitarie ma, magari, accede a borse di studio per studenti non ricchi, che non meriterebbe. E questo forse è il lato più "odioso" del mancato pagamento.

I FUORISEDE PENALIZZATI - La legge nazionale, del resto, parla chiaro: per essere considerati fuori dal nucleo familiare originale (quello dei genitori), occorrono due condizioni: redditi (da almeno due anni) non inferiori a 7.766 euro all'anno e residenza (non domicilio) da almeno due anni fuori dalla casa della famiglia d'origine, purché in un immobile non di proprietà di un membro del nucleo familiare di origine. Poiché sono pochi i fuori sede che pensano di spostare la residenza, ma molti quelli che lavorano per mantenersi da sé gli studi, è evidente che questa norma li penalizza parecchio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento