rotate-mobile
Cronaca Duomo / Piazza della Scala

Tassisti stranieri a Milano: il regolamento li vieta. Il caso

Gli immigrati non possono fare i tassisti a Milano. Lo prevede il regolamento comunale che concede la licenza per guidare i taxi solo a italiani o cittadini comunitari

Gli immigrati non possono fare i tassisti a Milano. Lo prevede il regolamento comunale che concede la licenza per guidare i taxi solo a italiani o cittadini comunitari.

Secondo l'Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione) è una situazione del tutto illegale, una discriminazione, e ha chiesto al sindaco e al consiglio comunale che venga tolto il requisito della cittadinanza. Altrimenti ricorrerà al Tribunale di Milano.

Immediata la reazione di Riccardo De Corato, vicepresidente del Consiglio comunale e capogruppo in Regione di Fratelli d'Italia.

"La missiva inviata al sindaco e all'assessore Maran dall'Associazione studi giuridici sull'immigrazione in merito al diritto di licenza taxi a cittadini extracomunitari confidiamo non trovi alcun seguito a Palazzo Marino". Scrive. "Questa Giunta ha già creato troppe tensioni verso la categoria e ulteriori strappi sarebbero benzina sul fuoco. C'è il rischio reale che un taxi su cinque diventi cinese, come accaduto per i bar della città. Se il Comune proporrà la modifica del Regolamento taxi - come richiesto dall'Associazione - saremo a fianco della categoria e daremo battaglia ,facendo ostruzionismo, presenteremo inoltre anche un' interpellanza in Regione Lombardia chiedendo l'intervento dell'Assessore Cavalli. In un momento di crisi non vogliamo si creino ulterioritensioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassisti stranieri a Milano: il regolamento li vieta. Il caso

MilanoToday è in caricamento