rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca Stazione Centrale / Via Tonale

I tassisti difendono un collega che investì apposta un pedone, il comune li stoppa

La polemica

Una cinquantina di tassisti, ancora in accesa polemica col comune per il caso Uber Pop, da alcuni giorni viaggia con un cartello con la scritta: “Firenze 41 libero”. La protesta vuole essere solidale con un ex collega condannato in via definitiva per tentato omicidio volontario ai danni di un uomo, l'episodio è del 2008. Alle 4.40 del mattina due cittadini marocchini avevano fermato il taxi per farsi portare a Monza, il conducente però rifiuta perché le indicazioni non erano dettagliate, a suo dire. A quel punto mentre i due s'incamminano ma il tassista con una manovra volontaria (accertato dalle telecamere comunali) investe uno dei due fratturandogli due gambe.

I tassisti dell’8585 hanno iniziato questa campagna perché giudicano la condanna eccessiva, se paragonata a quelle inflitte ad alcuni aggressori di tassisti

L’ufficio Auto pubbliche del Comune - come scrive Repubblica - ha dato l’ordine ai vigili di farle togliere perché violano il regolamento. Ma anche perché, per dirla con l’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli, questi cartelli riportano "un messaggio molto grave. Posso capire da un punto di vista umano i colleghi, ma se c’è una decisione della giustizia che conferma un tentato omicidio volontario non è per niente opportuno esporre un cartello del genere". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tassisti difendono un collega che investì apposta un pedone, il comune li stoppa

MilanoToday è in caricamento