rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Team Cooking 2011: l'arte culinaria in aiuto di chi ha lesioni al midollo

Un esclusivo laboratorio esperienziale di interazione e gioco di squadra in cucina per offrire momenti ludici durante la riabilitazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il progetto Team Cooking: “Fare squadra in cucina” nasce dall’idea avuta da un team di professionisti qualificati tra cui la psicologa Barbara Tamburini, il consulente aziendale Luca Ferri e l’esperta in organizzazioni di eventi Paola Ligabue, che hanno deciso di utilizzare l’arte culinaria  a scopo formativo e didattico. Durante le sessioni di Team Cooking tutti i partecipanti devono interagire fra loro in modo da raggiungere uno stesso obiettivo: realizzare un pranzo completo.  

Coloplast, azienda specializzata in prodotti e servizi di intimate healthcare ha deciso di sposare questo progetto portandolo al di fuori dalla realtà puramente aziendale e inserendolo in un contesto specifico quale, quello delle unità spinali dislocate sul territorio nazionale mettendolo quindi a supporto dei pazienti con lesioni al midollo spinale.

L’idea alla base del progetto Team Cooking: “Fare squadra in cucina” in questa specifica situazione, si riassume nella volontà di creare delle situazioni ludiche all’interno di un programma riabilitativo che a volte dura dai 3 ai 9 mesi, nonché di dare un’efficace contributo all’interazione fra personale sanitario, anch’esso coinvolto nei corsi, ed i pazienti. L’obiettivo è di fare partecipare queste persone ad un’attività dove i ruoli scompaiono, dove si collabora alla realizzazione di pietanze che si andranno poi a mangiare durante il pranzo.  

Donato Tunzi, Resonsabile Coloplast di Zona, con il supporto dello staff marketing è stato promotore di questa attività. “Essere presenti di persona, poter interagire con i pazienti e con il personale medico, ascoltare e confrontarsi ci permette di capire a fondo quali sono le reali necessità di ognuno e di conseguenza di poter sviluppare prodotti adatti ad ogni esigenza. Permettere ai pazienti di sperimentarsi in attività quotidiane, che saranno poi le stesse che affronteranno una volta tornati a casa, dopo la degenza clinica, credo sia fondamentale”.

“ll Team Cooking, nel percorso riabilitativo della persona mielolesa, offre la possibilità di una giornata diversa e speciale che racchiude in sé tutti gli ingredienti fondamentali atti a sostenere il difficile cammino della riabilitazione”, ci dice il Primario dr. Carlo Maria Borghi, “Il Team Cooking è infatti un gradevole cocktail di attività di riabilitative, ludiche, formative e sociali con un plus importante: sviluppare lo spirito di squadra!”.   Ad aiutare nella preparazione dei piatti Coloplast ha chiamato gli chef reggiani, Corrado Zamboni e Fabio Ferrari, che illustreranno e dimostreranno come realizzare alcune semplici ricette. “La cucina è da sempre la nostra grande passione. La tavola rappresenta appieno il luogo dove l’unione, l’interazione e l’integrazione fra persone si esprimono in modo totale. Siamo fortemente convinti che la cucina sia un luogo dove potersi divertire, svagare e rilassare. Giocare con i diversi ingredienti, miscelare vari sapori e profumi è un’esperienza davvero unica. Quando ci hanno chiesto di aderire non abbiamo avuto alcun dubbio, partecipare a questa iniziativa è per noi un grande onore”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Team Cooking 2011: l'arte culinaria in aiuto di chi ha lesioni al midollo

MilanoToday è in caricamento