Cronaca Dergano / Via Filippo Baldinucci

Così segnavano le case vuote da svaligiare: arrestati due ladri d'appartamento a Milano

I due avevano appena rubato all'interno di un condominio: ecco la tecnica usata dalla coppia e i consigli della polizia per evitare visite indesiderate

Segnavano gli appartamenti da svaligiare con bigliettini bianchi inseriti nello stipite della porta dopo aver accertato l’assenza dei proprietari. Poi entravano e svaligiavano tutto. La polizia ha arrestato due esperti ladri a Milano, colti in flagranza dopo un furto durante la notte tra sabato e domenica. Precisamente alle 4.40, in via Baldinucci. A finire in manette sono due cittadini albanesi di 43 e 31 anni, A.R. e M.K.: sono accusati di tentato furto pluriaggravato in concorso.

L'arresto degli agenti di Comasina

Gli agenti del Commissariato Comasina, in servizio di pattugliamento per la prevenzione dei furti in appartamento predisposto dopo un'analisi sulle denunce sporte negli ultimi giorni dai residenti di via Candiani 29, hanno notato due uomini scavalcare la cancellata posteriore del comprensorio condominiale e salire a bordo di un’auto parcheggiata in via Baldinucci. Entrambi portavano uno zaino.

Subito bloccati dai poliziotti che li attendevano, i due avevano oltre mille euro in contanti e numerosi preziosi – spille, bracciali, orecchini, anelli e catenine – dei quali non hanno fornito una giustificazione per il possesso. Nell'automobile, inoltre, gli agenti hanno rinvenuto attrezzi per lo scasso: fiamma ossidrica, flessibile, piede di porco, guanti, cacciaviti e prolunghe elettriche. Erano riposti in diversi zaini in maniera tale da facilitarne il trasporto.

La tecnica usata dai ladri d'appartamento

La tecnica usata dai due uomini arrestati era quella di segnare l'appartamento da svaligiare con bigliettini bianchi inseriti nello stipite della porta dopo aver accertato l’assenza dei proprietari. Laddove fosse stato impossibile entrare dalla porta principale, i due avrebbero utilizzato la fiamma ossidrica per accedere dalle finestre, dopo aver utilizzato un bastoncino di legno sottile per fare leva sotto la tapparella. Come sempre la polizia consiglia di mettere in atto una serie di comportamenti utili a prevenire questo genere di situazioni.

Consigli della polizia per evitare furti in casa durante le vacanze

  • Chiudete bene a chiave la porta di ingresso, abbassate le tapparelle e chiudete le finestre.
     
  • Non pubblicizzate la vostra partenza tra conoscenti, nei luoghi di ritrovo o sui social network; fornite, se possibile, un recapito da utilizzare, in caso di problemi, ad un vicino fidato.
     
  • Allo stesso vicino chiedete, se può, di liberare la cassetta postale da posta e soprattutto dalla pubblicità che se accumulata può esser un indicatore di assenza.
     
  • Contribuite a creare nel vicinato uno spirito di reciproco sostegno, segnalando e invitando a segnalare movimenti sospetti o passaggi di estranei nei pressi dell'abitazione.
     
  • Non lasciare messaggi sulla porta, sulla cassetta postale; non create risposte automatiche che segnalino la vostra assenza sulla vostra casella di posta elettronica.
     
  • Se lo ritenete opportuno lasciate una luce accesa in casa perché questo potrebbe spaventare i ladri così come una radio o un televisore acceso.
     
  • Non postate sui social network foto o messaggi che facciano capire inequivocabilmente che siete lontani da casa.
     
  • Se al rientro trovate la porta aperta non entrate mai; chiamate immediatamente la Polizia e fate entrare gli agenti per primi; non fatevi prendere dal desiderio di sorprendere i ladri da soli o di verificare subito cosa sia successo: un ladro sorpreso e messo alle strette potrebbe diventare aggressivo.
     
  • In ogni situazione, se avete dubbi, avete paura, vi sentite in pericolo o avete percepito che una persona vicina si trova in pericolo, non esitate a chiamare la Polizia a qualunque ora.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così segnavano le case vuote da svaligiare: arrestati due ladri d'appartamento a Milano

MilanoToday è in caricamento