Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Smog: presto telecamere "anti diesel" in tutti i quartieri

Il progetto dell'assessorato alla mobilità

Lotta all'inquinamento: telecamere in tutta la città

Se Area C è e resta una "congestion charge", cioè una tassa sul consumo di spazio urbano, la giunta di centrosinistra di Giuseppe Sala si muove anche sul fronte dell'inquinamento atmosferico. Almeno quello provocato dalle automobili. L'obiettivo è quello di limitare l'uso delle vetture più inquinanti in tutti i quartieri della città, non solo in centro. Principali imputati, i veicoli diesel senza filtro antiparticolato, responsabili di circa il 65% del Pm10 dovuto agli scarichi di vetture. 

L'obiettivo di massima è quello di non aspettare i canonici sette giorni di superamento delle soglie per bloccare i diesel euro 3, cosa che potrà essere fatta da ottobre 2017. In seguito Palazzo Marino punterà anche ai motorini a due tempi euro 2 e alle vetture diesel euro 4. 

Il metodo, una serie di telecamere da posizionare in tutti i quartieri della città: una grande "Low Emission Zone", come viene chiamata, che verrà strutturata durante una serie di incontri tra l'assessore Marco Granelli, titolare della mobilità, e i presidenti e assessori dei vari Municipi cittadini. 

Intanto il 9 gennaio riprende a funzionare Area C, dopo lo stop natalizio. E subito una novità: ora si può pagare il ticket da 5 euro semplicemente inviando un sms oppure recandosi in un punto Lottomatica, oltre che con gli usuali sistemi. E dal 13 febbraio cambiano alcune regole: in particolare, i veicoli Gpl e Metano dovranno pagare il ticket.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog: presto telecamere "anti diesel" in tutti i quartieri

MilanoToday è in caricamento