rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Telecamere a Milano, 47 su 1.793 non sono in funzione

L'annuncio del vice sindaco: presto una mappa di telecamere private facilmente utilizzabile dalle forze dell'ordine

Il Comune di Milano e la Prefettura promuoveranno il censimento delle telecamere private della città, raccogliendo anzitutto i dati dell'ubicazione degli impianti. Lo ha riferito Anna Scavuzzo, vice sindaco e assessore alla sicurezza, rispondendo a una interrogazione del capogruppo di Forza Italia Fabrizio De Pasquale che aveva chiesto lumi sulle telecamere di Villa Litta, ad Affori, risultate inutili per stabilire dinamica e responsabile dell'omicidio di Marilena Negri, avvenuto il 23 novembre 2017.

Video | Scavuzzo parla delle telecamere

"Oggi le forze dell'ordine non sanno di potere avere disponibilità di immagini quando fanno indagini, perché le telecamere di negozi, farmacie, banche, supermercati o semplici palazzi non sono mappate", ha spiegato Scavuzzo. "Il Comune realizzerà una piattaforma che permetterà ai privati di segnalare il posizionamento delle telecamere".

A Milano sono installate 1.793 telecamere del Comune e quasi 6.000 di Atm, sui mezzi e presso le fermate. "Non abbiamo modo di fare una stima delle telecamere private, ma immagino che siano qualche migliaio", ha aggiunto la vice sindaco, spiegando che Palazzo Marino installerà a breve 400 telecamere, di cui 130 in luoghi "nuovi" e 270 per sostituire gli impianti ormai obsoleti. Quanto alle telecamere comunali che non funzionano, secondo i dati riferiti da Scavuzzo sono 47, di cui 24 per aver subìto danni, le altre perché non utilizzabili per lavori programmati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere a Milano, 47 su 1.793 non sono in funzione

MilanoToday è in caricamento